Centrosinistra

Mario Lucini vince le Primarie Como 2011

27 Nov
by admin, posted in News   |  No Comments

Le primarie che si sono svolte oggi a Como hanno consacrato Mario Lucini candidato sindaco del centrosinistra. Alle amministrative della primavera 2012 le forze politiche e civiche democratiche e riformiste della città di Como saranno rappresentate dal cinquantatreenne geologo di Albate.

Mario Lucini

Mario Lucini

Le preferenze accordate a Lucini sono state 1745 (il 49,4%), quelle a Gisella Introzzi 916 (25,9%), a Bruno Magatti ne sono spettate 507 (14,4%), mentre a Marcello Iantorno ne spettano 344 (9,8%). Il dato più interessante riguarda però i votanti che sono stati 3532, molto in aumento rispetto all’edizione del 2007 in cui furono 2087.

Mario Lucini dichiara: “Ringrazio tutti i cittadini che hanno partecipato in numero particolarmente significativo a questa consultazione e ringrazio anche tutte le persone che in questi due mesi mi hanno aiutato in un percorso molto denso di incontri con i cittadini in tutti i quartieri. E’ stato fondamentale anche il lavoro svolto dagli altri candidati che hanno contribuito a determinare questo rilevante coinvolgimento della città. Da domani proseguiremo nell’impegno di ascolto e di dialogo con i cittadini per costruire insieme una proposta programmatica in grado di dare a Como una prospettiva di rinascita”.

Gisella Introzzi commenta: “Sono soddisfatta che il numero dei votanti sia stato superiore a quello che ls stampa ci aveva assegnato come tetto massimo, mi sembra un bel risultato che premia l’impegno dei candidati, sono soddisfatta del clima con cui queste elezioni si sono svolte, un clima di serena competizione tra persone che si stimano e che sono sicura troveranno modo di collaborare per allargare il consenso attorno alle proposte del centrosinistra. A livello personale è stata una bella esperienza che mi ha fatto rinsaldare i rapporti di amicizia con tante persone che conosco da tempo e che mi ha fatto incontrare numerose altre realtà della società civile e tanti giovani che hanno a cuore il cambiamento per la crescita della loro città”.

Bruno Magatti dice: “La vittoria di Lucini è stata netta, conquistata soprattutto in alcuni quartieri (Muggiò e Albate). Noi abbiamo come sempre pagato la fatica a dare visibilità al gran lavoro che sta alle nostre spalle e alla qualità delle elaborazioni che siamo in grado di portare. Con questo ringraziamo i cittadini che hanno riconosciuto tutto ciò ed ora siamo pronti a mettere a disposizione tutta questa qualità e questo lavoro nella prospettiva, se possibile, di un cambiamento della politica della città. Non Vorremmo che questo passaggio fosse stato semplicemente un rito, ma ci auguriamo che invece possa diventare il punto di partenza anche per il PD di costruire relazioni significative con una politica alternativa di qualità che noi rappresnetiamo da anni in questa città”

Marcello Iantorno commenta: “Sono convinto che sia stata una campagna elettorale estremamente significativa perchè ha consentito a tutti i candidati di avere estesi rapporti con la città di Como e con categorie, ceti anche tradizionalmente distanti dal Partito Democratico. Questo lavoro ha permesso l’approfondimento dei temi consentendo anche la possibilità di delineare le future linee programmatiche del centrosinistra nella campagna elettorale, in preparazione della amministrative della prossima primavera. Abbiamo avuto un riscontro nella quantità dei votanti quasi vicina allo storico risultato dell’autunno 2006 e di gran lunga superiore a quello delle primarie 2007. Complimenti a Mario Lucini per il risultato conseguito, che può prefigurare un più ampio consenso nelle future elezioni. È importante che i candidati proseguano con il medesimo spirito unitario. Ritengo tutto sommato lusinghiero il mio risultato personale e ringrazio i circa 350 elettori che mi hanno ritenuto degno di concorrere all’alta carica”.

Mario Lucini è nato a Como il 18 settembre 1958. Di professione geologo è sposato con Lorella Ostinelli ed è padre di tre figli: Fabio, Filippo e Federica. La sua attività politica inizia a seguito della partecipazione attiva all’esperienza del Centro San Filippo di Como e della “Scuola di formazione sociale” a partire dai primi anni ’80.Le prime esperienze lo vedono impegnato nella Circoscrizione 1 del Comune di Como a partire dal 1985 quando viene eletto per la prima volta Consigliere. Per due mandati amministrativi ha ricoperto l’incarico di Presidente della Circoscrizione. Nel 2002 è stato eletto Consigliere Comunale a Palazzo Cernezzi dove ha ricoperto, fino al 2007, il ruolo di capogruppo della Margherita ed in seguito dell’Ulivo. Nelle elezioni amministrative del 2007 è stato rieletto Consigliere Comunale e nominato Presidente della Commissione II (Assetto del Territorio, Ambiente ed Ecologia, Trasporti e Lavori Pubblici). Da ottobre 2010 è Capogruppo del PD.

Qui il prospetto con i dati di tutti i seggi.

Primarie Como fa il livetwitting su affluenza e spoglio

27 Nov
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

Il Comitato organizzatore di Primarie Como 2011 ha deciso di fare il livetwitting della
giornata raccontando l’andamento dell’affluenza e dello spoglio di stasera.

Primarie Como livetwitting

Primarie Como livetwitting

Per essere aggiornati in anteprima potete controllare il widget su questo sito, in alternativa potete seguire:

– l’utente @sinigagl ovvero Paolo Sinigaglia
– l’hashtag #PrimarieComo

Scaricate i dati disaggregati per seggio sull’affluenza:

Affluenza ore 12
Affluenza ore 17
Affluenza ore 20

Venite a votare!

24 Nov
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

Care Cittadine e Cari Cittadini di Como,

le forze del centro-sinistra della nostra città, di partito e civiche, hanno dato vita nei mesi di
ottobre e novembre 2011 a un grande dibattito democratico che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. Quattro candidati alla carica di Sindaco si sono confrontati con lealtà e passione sui temi amministrativi più importanti per la nostra città e hanno proposto le loro linee di intervento e i tratti salienti del loro futuro programma elettorale. Hanno visitato tutti i quartieri del nostro Comune, hanno colloquiato con associazioni, categorie,
singoli cittadini. Hanno ascoltato l’intera città.

Ora è necessario il vostro contributo perché questo straordinario percorso di democrazia
e di passione civile trovi la sua più degna conclusione: una grande partecipazione popolare,
domenica 27 novembre, al voto per le Primarie!

 

 

I servizi sociali prima di tutto

23 Nov
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

Sembra essere questo il sentire comune dei candidati alle Primarie del centrosinsitra intervenuti alla sala dell’Hotel Continental: i servizi sociali sono la priorità del Comune.

In nome di chi?

L’evento, organizzato nel ciclo “4 incontri x 4 candidati” è stato presentato da Adriano Sampietro e moderato, con tempi televisivi, da Mauro Migliavada che ha tentato di toccare tutti i temi in agenda con Bruno Magatti, Mario Lucini, Gisella Introzzi e Marcello Iantorno.

I 4 candidati al confronto sul sociale

I 4 candidati al confronto sul sociale

I servizi sociali per primi dunque, ma come potrà il Comune garantire e migliorare il servizio pur con trasferimenti in diminuzione dallo stato? Questo il quesito centrale della serata alla quale Marcello Iantorno ha risposto con un piano di risparmi da effettuare con tagli alle strutture apicali e con altri tagli, in modo da recuperare fino ad un milione di euro l’anno. Bruno Magatti ha dichiarato invece che bisogna cambiare modello, evitando di fossilizzarsi sugli affidamenti esistenti, magari per inerzia, e sperimentare innovazioni: ad esempio la “vita indipendente” dei disabili è meno costosa per la collettività del ricovero presso steutture specializzate che comunemente si fa.

Secondo Mario Lucini è necessario lavorare, anche attraverso la definizione nel nuovo PGT dei servizi pubblici per i nuovi piani attuativi, in modo da individuare spazi di relazione, dove i cittadini possano incontrarsi e creare comunità, come non è stato fatto negli ultimi anni. Secondo Gisella Introzzi invece al primo posto c’è la cooperazione tra le istituzioni: nessun comune può affrontare e risolvere problemi gravi come quello del disagio sociale sen<a la capacità di allacciare intese con le altre istituzioni.

Il pubblico all'incontro dell'hotel Continental

Il pubblico all'incontro dell'hotel Continental

Al termine della serata alcune delle circa 150 persone intervenute hanno posto una serie di domande ai quattro candidati.

Alcuni video della serata sono presenti su AltracomoQuiComo.

Parlo con te

17 Nov
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

Parlo con te” era il titolo dell’incontro che l’Arci ha organizzato allo spazio Gloria e bisogna dire che effettivamente i cittadini hanno parlato con i candidati!

Parlo con te

L’evento, organizzato nel ciclo “4 incontri x 4 candidati” ha visto circa 250 persone affollare il cineteatro e porre una lunga serie di domande ai quattro candidati Bruno Magatti, Mario Lucini, Gisella Introzzi e Marcello Iantorno.

I 4 candidati al confronto su cultura e partecipazione

I 4 candidati al confronto su cultura e partecipazione

Le domande hanno riguardato cultura, partecipazione, legalità, trasparenza, ovvero i temi dedicati all’incontro, ma non sono mancate richieste anche su altre tematiche.

La serata è stata presentata da Gianpaolo Rosso e moderata da Alessio Brunialti, che ha scndito il tempo tra gli interventi: la formula scelta prevedeva infatti brevi risposte (3 minuti)  per ogni domanda da ciascun candidato.

Il pubblico all'incontro del Gloria

Il pubblico all'incontro del Gloria

Alcuni dei temi affrontati dai candidati (in grande fair-play tra di loro) sono stati quindi il supporto alle sale culturali presenti in città (soprattutto i cinema), il livello di partecipazine da garantire ai cittadini, il livello di priorità da dare alle varie voci di bilancio, il valore da garantire ai servizi sociali, il programma sugli impianti sportivi e il palazzetto di Muggiò, la fruizione del lago e del lungolago.

Alcuni video della serata sono presenti su AltracomoQuiComo.

L’ultimo incontro incontro sarà il 22 novembre alla sala dell’Hotel continental su problemi sociali e abitativi, convivenza, sofferenza sociale.

I candidati delineano il futuro della città

10 Nov
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

Dopo il successo dell’incontro sull’ambiente anche il tema dell’urbanistica ha incontrato il favore della popolazione che si è affollata alla Cascina Massèe di Albate per sentire i quattro candidati alle primarie del centrosinistra.

Circa 200 persone hanno  ascoltato Bruno Magatti, Mario Lucini, Gisella Introzzi e Marcello Iantorno parlare di “Urbanistica e futuro della città”, secondo confronto del ciclo “4 incontri x 4 candidati“.

Manifesto incontro Urbanistica

Dopo l’interessante inquadramento dell’urbanista Giovanni Franchi che ha messo a fuoco i maggiori punti insoluti della città è toccato ai quattro candidati.

Tutti si sono detti favorevoli all’ampliamento della pedonalizzazione del centro secondo il disegno già approvato dal Comune ma non reso operativo, allo stesso modo tutti vorrebbero ridare attenzione alle periferie: le differenze sono arrivate in altri ambiti.

La soluzione del problema Ticosa è molto diversa tra Iantorno che preferisce riattivare il processo interrotto per ricevere fondi necessari a far ripartire la macchina del comune e Magatti che ritiene opportuno azzerare tutto poichè la città ha il diritto di dire cosa vuole in quell’area e l’amministrazione non può lavarsene le mani lasciando fare ciò che vuole al privato.

Sull’Università tutti si sono detti d’accordo sul rilancio di una sede comasca di qualità con l’opportunità dell’utilizzo dell’area strategica del S. Martino che potrebbe diventare anche un parco fruibile dalla cittadinanza.

I 4 candidati al confronto sull'urbanistica

I 4 candidati al confronto sull'urbanistica

Gisella Introzzi ha rimarcato l’importanza del sistema di trasporto integrato costruito dai nostri avi e composto dai binari delle Nord, dalla stazione delle corriere di S. Agostino e dal trasporto lacuale mentre Iantorno si è detto favorevole allo spostamento del capolinea dei bus extraurbani a S. Giovanni.

Mentre Mario Lucini ha rimarcato l’importanza di costruire una comunità in tutti i quartieri le cui persone si possano ritrovare in una piazza e in un centro civico, Magatti ha rimarcato la scelta dissennata del centrodestra di aver riempito le periferie di metri cubi di cemento monetizzando tutti gli oneri urbanistici, senza lasciare quindi servizi (verde, scuole, etc.) a diaposizione dei nuovi cittadini.

Il futuro della città a detta di tutti è quindi legato al nuovo PGT, la cui bozza è stata elaborata in questi anni ma che non è ancora arrivata alla discussione in Consiglio comunale, sebbene sia stata pubblicata in un libro dal coordinatore scientifico. La sfida sarà quella di costruire un PGT più partecipato, cosa che è mancata totalmente.

Il pubblico all'incontro di Albate

Il pubblico all'incontro di Albate

Il dibattito, moderato dal giornalista Enrico Marletta, si è poi conlcuso dopo una nutrita serie di domande del pubblico.

Alcuni video della serata sono presenti su Altracomo e QuiComo.

Il prossimo incontro sarà il 15 novembre allo Spazio Gloria su partecipazione, legalità e cultura.

Ambiente e mobilità: proposte a confronto

06 Nov
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

E’ iniziato nel migliore dei modi il ciclo “4 incontri x 4 candidati” che si prefigge di far meglio conoscere le proposte dei partecipanti alle primarie del centrosinistra a Como.

Circa 150 persone sono arrivate ad ascoltare Bruno Magatti, Mario Lucini, Gisella Introzzi e Marcello Iantorno a Lora presso la sala della circoscrizione.

Il treno dell'ambiente

Il treno dell'ambiente

Il titolo dell’incontro era “Il treno dell’ambiente” in cui si sono sviluppati i temi relativi alla difesa dell’ambiente, all’inquinamento, alla mobilità.

Il geologo Maurizio Ronchetti ha avuto il compito di introdurre la serata, illustrando alcuni dati sull’inquinamento atmosferico, lo stato delle acque e dell’ambiente in generale, con particolare riferimento alla situazione comasca.

I 4 candidati e il giornalista Davide Cantoni

I 4 candidati e il giornalista Davide Cantoni

La palla è passata poi ai quattro candidati che hanno fatto un primo intervento a tutto campo di 5 minuti, per poi passare il timonene al giornalista Davide Cantoni.

I 4 candidati all'incontro su ambiente e mobilità

I 4 candidati all'incontro su ambiente e mobilità

I temi toccati sono stati molti: dalle inevitabili paratie al sistema “pumping system” per la pulizia del primo bacino, dalla mobilità alternativa al piano parcheggi, dalla questione rifiuti al paesaggio.

Il pubblico al primo confronto tra i candidati delle Primarie

Il pubblico al primo confronto tra i candidati delle Primarie

Alcuni video della serara sono presenti su Altracomo e QuiComo.

Si replica martedì 8 novembre ad Albate sul tema dell’urbanistica.

Primarie: ecco i candidati

26 Ott
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

Si è svolta oggi alle 12,30 in Sala Stemmi la conferenza stampa di presentazione dei candidati alle primarie del centrosinistra a Como. Marcello Iantorno, Gisella Introzzi, Mario Lucini e Bruno Magatti concorreranno per essere scelti dai cittadini come il candidato sindaco del centro sinistra in vista delle elezioni amministrative della primavera 2012

Stefano Legnani, segretario cittadino del Partito Democratico, apre al conferenza stampa: “La presentazione ufficiale dei candidati segue la verifica effettuata dal comitato di garanzia dopo la chiusura della presentazione delle candidature che ha avuto come esito. L’obiettivo di questa prima fase era coinvolgere la cittadinanza nella scelta dei candidati e le oltre mille firme raccolte lo testimonia. Ora allargheremo la partecipazione a tutti i cittadini di Como con una serie di incontri istituzionali e tematici a cui parteciperanno tutti e quattro i candidati; saranno uno a settimana a partire da novembre in diversi quartieri della città. Ci auguriamo che questo sia l’inizio del cambiamento che questa città attende da troppo tempo”.

Ermanno Pizzotti, Paco, prosegue: “Vorrei che fosse messa in grande evidenza la data del 27 novembre 2011, data delle primarie, in cui si sceglierà per cambiare la storia della città. Vorremmo che tutti i cittadini che si sono mobilitati per rendere effettive le candidature rappresentassero la base di un vero cambiamento e vorremmo allargare ancor di più l’elettorato nell’ottica di una cittadinanza estesa dando diritto di voto in occasione delle primarie anche ai minorenni dai 16 ai 18 anni e ai cittadini stranieri residenti. Vorremmo far convergere il malcontento diffuso in città in un’operazione condivisa di costruzione del futuro di Como”

Danilo Lillia, Primarie Vere per Como, aggiunge: “Con le primarie volevamo dare un messaggio nuovo a una città in cui democrazia e diritti sono venuti a mancare, dare alla cittadinanza un’alternativa credibile a autorevole. Abbiamo coinvolto i cittadini in un processo democratico e partecipato. Saremo in grado di offrire alla città di Como un candidato sindaco alla sua altezza”

Seguono poi gli interventi dei singoli candidati.

Gisella Introzzi apre il giro di dichiarazioni: “In questa sede vorrei sottolineare gli elementi comuni che sono alla base delle nostre candidature e non tanto le differenze; noi candidati ci mettiamo in gioco a partire da un sistema comune di valori e i cittadini potranno scegliere. Le Primarie sono uno strumento importante per mettersi in relazione con la cittadinanza, sono un’occasione per conoscere meglio la città e i cittadini che la abitano e che esprimono una ricchezza che non viene sufficientemente a galla. Personalmente credo molto in questo percorso e lo ritengo parte fondamentale per la costruzione del percorso che ne seguirà”

Interviene Bruno Magatti: “Tra noi candidati non c’è solo conoscenza, ma anche una stima profonda. Ovunque in città si legge un bisogno di partecipazione e democrazia e noi cerchiamo di offrire un modo nuovo di partecipare, insieme a tutte le forze politiche e civili, anche come antidoto all’antipoltica. Le persone che si sono messe in gioco fino ad ora e che lo faranno in futuro, hanno come obiettivo quello di far riemergere quanto di buono e solido la città porta con sé,un patrimonio di gloriosa tradizione che questi anni di sconsiderata amministrazione ha oscurato”

Prosegue Marcello Iantorno: “C’è un grande interesse della cittadinanza e una grande delusione nei confronti dello stato in cui versa la città. Come candidati abbiamo coinvolto un insieme eterogeneo di sostenitori e abbiamo ottenuto l’appoggio anche di persone che non appartengono al nostro ambito. A Como c’è un grande bisogno di rinnovamento e di dare una svolta netta rispetto al passato”.

Conclude Mario Lucini: “L’obiettivo comune è riportare la persona al centro dell’azione amministrativa: in questi anni c’è una progressiva esclusione dei cittadini dalla definizione delle scelte e le amministrazioni cittadine sisono ripiegate sempre più su loro stesse. Le primarie sono uno strumento che offre grandi opportunità per individuare percorsi amministrativi condivisi e costruiti insieme ai cittadini, tenendo conto dei loro bisogni e delle loro necessità”.

Presentato il regolamento delle Primarie

17 Set
by Primarie Como, posted in News   |  No Comments

I rappresentanti delle forze politiche e civiche democratiche e riformiste della città di Como che vogliono costruire un’alternativa all’Amministrazione del Centro Destra a Como hanno presentato oggi alla stampa e alla città il regolamento che guiderà le primarie per la candidatura a sindaco di Como.

Hanno sottoscritto il regolamento il Partito Democratico, Paco – Progetto per Amministrare Como, Sinistra Ecologia e Libertà, il Partito Socialista Italiano e il gruppo Primarie Vere per Como. La consultazione democratica si terrà nella giornata di domenica 27 novembre 2011, mentre le candidature saranno accettate sino al 21 ottobre.

Stefano Legnani, segretario cittadino del Partito Democratico, apre la conferenza stampa: “Le primarie sono uno strumento che, per statuto, fa parte dell’eredità del Partito Democratico, sono mosse dal desiderio di uscire dalle segrete stanze dei partiti per coinvolgere i cittadini in un processo democratico partiamo per una lunga corsa che si concluderà nella primavera del 2012. L’impegno è quello di sostenere lealmente il vincitore di questo percorso, per questa ragione il PD sostiene il percorso nel suo complesso e non esprime alcuna candidatura, sostenendo senza riserve il candidato che emergerà dalla consultazione delle Primarie”

Vittorio Bergna, SEL, aggiunge: “Per noi il cambiamento è normale ed è stato facile per noi partecipare al percorso che ha prodotto questo regolamento. E’ stato facile confrontarci con le altre forze politiche in vista di un reale cambiamento per la città di Como. Il candidato vincitore sarà il candidato di tutti e chi vincerà si troverà a doversi confrontare con le macerie lasciate dal centro destra e ricostruire uno stato sociale ormai sfilacciato”.

Ermanno Pizzotti, PACO, continua: “Le primarie sono lo strumento per individuare una candidatura forte e condivisa cominciare un percorso vero e partecipato in vista di un cambiamento per la città. Sono tre i punti che mi preme sottolineare che rappresentano anche i punti di forza delle primarie: 1. qualità dei candidati, 2. coinvolgimento della cittadinanza e pluralità. 3. lealtà: una volta individuato il candidato tutti lo sosterranno, perchè questo ha un effetto moltiplicatore”

Paolo Grassi, PSI: “Chi ben inizia è a metà dell’opera e stiamo cominciando bene. Noi socialisti abbiamo inteso valorizzare la mediazione e il confronto come valore per coinvolgere il maggior numero di persone possibile. Le primarie serviranno anche per riavvicinare le persone alla politica”.

Danilo Lillia, movimento Primarie vere per Como, conclude: “Vogliamo provare a proporre qualcosa di diverso per questa città e per il paese. Più democrazia, ricostruire la fiducia tra il cittadino e le istituzioni. Vogliamo che queste primarie mettano in campo idee diverse, e che siano per questo vere e reali e non sono un rito”.