Carta dei valori

Pubblichiamo integralmente la “Carta dei valori” che ogni votante sottoscriverà nella giornata del 27 novembre.

“Un candidato sindaco scelto democraticamente per la rinascita di Como”

Carta dei valori e degli indirizzi politici

Donne e uomini della società civile, forze politiche democratiche, forze riformatrici, di centrosinistra si uniscono per chiamare i cittadini di Como a costruire insieme un nuovo modo di amministrare la città, in una democrazia reale secondo l’interesse della intera comunità.

Queste forze propongono e organizzano elezioni primarie in cui si riconoscano e si esprimano direttamente i cittadini, per individuare il candidato sindaco di una fase amministrativa che segni una rottura con il passato e costruisca i tratti costitutivi di una comunità partecipata. Queste primarie sono aperte in tutte le fasi a tutti i cittadini, sono il primo passo perché i cittadini siano di nuovo titolari delle decisioni e delle scelte, liberando la città da interessi di parte e da persone incapaci di ogni buona amministrazione, di una oculata gestione del pubblico denaro.

Gli organizzatori delle elezioni primarie si identificano con forza nei valori fondanti della Costituzione della Repubblica italiana, nata della Resistenza e dall’antifascismo che hanno profondamente segnato la storia e l’identità della nostra città. I valori della democrazia, della libertà e dell’uguaglianza, della sussidiarietà e della solidarietà, della pace e della giustizia, della laicità, del lavoro, sono i fondamenti che ci uniscono, insieme all’idea di Europa unita.

Le forze del centrosinistra intendono condividere e attuare un progetto di governo per la città con l’obiettivo dello sviluppo sostenibile, della crescita sociale e civile, del pieno riconoscimento dei diritti di cittadinanza. Per questo:

  • promuovono una buona politica che:
    • metta al centro il bene comune come costruzione delle condizioni della vita sociale che permettano tanto ai gruppi quanto ai singoli la loro realizzazione, favorendo l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale
    • adotti il metodo della partecipazione dei cittadini e della popolazione attraverso il confronto con tutti i soggetti, singoli o associati, mettendo in atto anche nuove forme di democrazia diffusa, nel rispetto delle responsabilità di decisione degli organismi eletti
    • applichi con rigore il principio della legalità attraverso la trasparenza degli atti amministrativi, monitorati, resi pubblici e comprensibili, anche attuando l’anagrafe pubblica degli eletti; individui inoltre strumenti di controllo di gestione dell’attività amministrativa tesi alla razionalizzazione della spesa
    • ponga la competenza e il merito come criteri per l’affidamento e la valutazione di ogni tipo di incarico
    • adotti il principio di una eguale e reale opportunità nel rispetto delle differenze, sostenendo adeguate politiche tese ad annullare qualsiasi disparità o discriminazione, perché i progetti e le scelte nascano dal contributo dell’intelligenza femminile e maschile, e l’organizzazione della società, l’impiego delle risorse, siano frutto di una valutazione dei bisogni di tutti
    • restituisca all’amministrazione il ruolo determinante di indirizzo e controllo dei beni comuni e delle risorse pubbliche, nell’interesse dei cittadini, sia direttamente sia attraverso le forme di affidamento previste della legge
  • intendono sostenere politiche e scelte amministrative volte:
    • alla promozione di una cultura di pace, di rispetto e di tolleranza che, promuovendo il dialogo interculturale, valorizzi la tradizione di accoglienza e di inserimento sociale, rinnovando il ruolo di Como città messaggera di pace
    • alla promozione, tutela e valorizzazione del territorio e dell’ambiente cittadino
    • alla programmazione urbanistica che privilegi la riqualificazione della città e delle periferie, basata sulla valorizzazione dell’edificato nel rispetto del paesaggio e della sostenibilità ambientale con l’obiettivo della vivibilità e della socialità diffusa
    • al potenziamento dei servizi al cittadino e delle politiche sociali (welfare) a cui è riconosciuta una posizione ed un ruolo prioritario con particolare attenzione alle fasce più deboli colpite dalla crisi economica
    • ad un ruolo attivo dell’istituzione comunale nella realizzazione di infrastrutture e di servizi pubblici di mobilità, con priorità al trasporto su ferro e su acqua, capaci di rispondere alle esigenze dei cittadini e delle imprese per il miglioramento della qualità della vita
    • alla valorizzazione, promozione e diffusione della cultura, della ricerca, dell’innovazione e della trasmissione delle conoscenze, ritenute le più importanti risorse strategiche a disposizione della nostra comunità
    • allo sviluppo di opportunità occupazionali, favorendo l’insediamento di attività ad alto contenuto tecnologico o innovativo con particolare accento alle tecnologie verdi (efficienza energetica, energie rinnovabili e lotta all’inquinamento)
    • alla promozione del turismo grazie alla valorizzazione delle emergenze culturali e delle straordinarie risorse ambientali e paesaggistiche della città, anche attraverso la diversificazione dell’offerta

Le forze del centrosinistra si impegnano a dar vita ad una coalizione coesa e solidale, intorno al candidato sindaco che sarà indicato dalle elezioni primarie, in grado di guidare il cambiamento di Como, rendendo concreti gli obiettivi esposti in questa carta.

Como, 14.09.2011

I Rappresentanti delle forze politiche civiche, democratiche e riformiste

Partito Democratico (Stefano Legnani)

Sinistra Ecologia e Libertà (Vittorio Bergna)

Partito Socialista Italiano (Paolo Grassi)

Paco – Progetto per Amministrare Como (Ermanno Pizzotti)

Primarie Vere per Como (Danilo Lillia)

Comments are closed.